Ruota il dispositivo in orizzontale.

I NOSTRI PRODOTTI

MOTORI TRIFASE SINGOLA VELOCITA(serie VE)I motori elettrici di questa serie classica si prestano ad un uso generalmente industriale con vari campi di utilizzo, come ad esempio, settore alimentare, autolavaggi, ventilatori, carroponte, macchine tessili, macchine automatiche per imballaggio, pompe, forni elettrici, macchine per la lavorazione legno/alluminio e per il settore ceramico. Si tratta di motori ad una singola velocità (generalmente 2,4,6 o 8 poli), costruiti con carcassa tonda in alluminio, potenza da 0.06kw, grandezza dalla 50, con piedi di fissaggio o con flangia B5 o B14. Gli alberi sono standard o, a richiesta, a disegno in base alle necessità del cliente.

I motori asincroni della linea con efficienza standard IE1 a partire dalla potenza 0.75kw non possono più essere commercializzati all'interno dell'Unione Europea e in America (salvo utilizzo in determinate condizioni ambientali e di servizio come riportato nel catalogo) e sono destinati esclusivamente all'esportazione nei mercati dove non sono ancora obbligatori livelli di rendimento minimi e la classe di efficienza IE1 è ancora accettata.

I motori asincroni della linea con efficienza IE2 sono motori conformi al regolamento CE 640/2009 che ha fissato i requisiti minimi di efficienza energetica per i motori elettrici per la loro vendita all’interno dell’Unione Europea (e in altri Paesi) e li ha resi obbligatori a partire dal 16/06/2011. Pertanto a partire da questa data, i motori trifase, mono velocità (a 2,4 o 6 poli), con potenza nominale compresa tra 0,75 kW e 375 kW , tensione nominale massima di 1.000 V e caratteristiche di funzionamento continuo, venduti e installati in Europa devono rispettare i requisiti di efficienza IE2 stabiliti da questa normativa.

A partire dal 01 gennaio 2015 entrerà in vigore anche l’efficienza IE3, obbligatoria per i motori da 7.5kw a 375kw commercializzati all’interno dell’Unione Europea.
Motori Asincroni Trifase doppia velocità(serie DP)I motori elettrici della serie DP sono motori trifase a doppia velocità, chiusi, raffreddati con ventilazione esterna, rotore a gabbia di alluminio o lega di alluminio pressofuso, classe di isolamento F, grado di protezione IP55, dimensioni e altezze d’asse unificate. I motori a doppia polarità della serie DP sono utilizzati in applicazioni in cui vengono richieste due velocità fisse, ottenute per commutazione dei poli del motore. Si distinguono in:

• Motori con rapporto tra le polarità uguale a 2 (2/4 poli e 4/8 poli) realizzato con avvolgimento unico e commutazione del numero dei poli mediante modifica dei collegamenti in morsettiera. L’esecuzione standard è data da un collegamento tipo Dahlander YY/Δ e alimentazione con tensione unica a 230v oppure 400v 50hz (su richiesta sono eseguibili anche altri voltaggi);

• Motori con rapporto tra le polarità diverso da 2 (esempio 4/6 poli, 2/8 poli) per i quali si hanno due avvolgimenti distinti all’interno del motore e possibilità di alimentazione mediante tensione unica con collegamento a Y o a Δ. I motori in esecuzione standard sono predisposti con il collegamento a Y e alimentazione unica a 230v 50hz o, più frequentemente, 400v 50hz. Anche in questo caso, si eseguono altri voltaggi a richiesta.


• Grandezze disponibili per motori a doppia velocità
Dalla IEC63 alla IEC160

• Velocità
4/2 poli (1500/3000 giri)
8/4 poli (750/1500 giri)
4/6 poli (1500/1000 giri)
6/8 poli 1000/750 giri)
8/2 poli (750/3000 giri)

• Voltaggi
230v oppure 400v 50hz
Altri voltaggi e frequenze disponibili a richiesta.
Motori Asincroni Trifase con freno di sicurezza(serie T- freno a corrente continua)
(serie P – freno pneumatico)
I motori asincroni trifase della serie T sono motori a singola o doppia velocità, equipaggiati con freno elettrico di sicurezza in corrente continua. Sono motori chiusi, raffreddati con ventilazione superficiale esterna ed hanno il rotore a gabbia di alluminio o lega di alluminio pressofuso, classe di isolamento F, grado di protezione IP55, dimensioni e altezze d’asse unificate. Possono essere costruiti sia a singola polarità (2, 4, 6 o 8 poli) che a doppia polarità (4/2 poli, 8/4 poli, 4/6 poli, 6/8 poli, 8/2 poli ). I motori della nostra serie T vengono equipaggiati con un freno elettromagnetico a funzionamento negativo, la cui azione frenante si esercita in assenza di alimentazione. Quando si interrompe l’alimentazione, la bobina di eccitazione non essendo più alimentata, non esercita più la forza magnetica necessaria a trattenere l’ancora mobile che, spinta dalle molle di pressione, comprime il disco freno esercitando così l’azione frenante. Gli ingombri di questo freno sono molto ridotti pertanto il motore mantiene pressoché invariate le proprie dimensioni rispetto a quelle dei motori standard delle serie VE e DP. Il freno tipo T viene alimentato tramite raddrizzatore di corrente a semionda di alta qualità. A richiesta, sono disponibili anche varie tipologie di raddrizzatore per garantire tempi di frenata più rapidi rispetto allo standard. La bobina del freno è fornita solitamente a 230v oppure 400v. altri voltaggi sono comunque disponibili a richiesta.

I motori con freno pneumatico, serie P, sono costituiti, nella parte dello scudo posteriore, da un pistone anulare appoggiato contro l’ancora mobile munita di molle e attaccata al disco di frizione e ad una solida ventola dotata di grande capacità di dissipamento del calore. In posizione neutrale, l’albero motore ruota liberamente mentre, allorché il pistone anulare viene alimentato con aria (per far ciò è sufficiente munirsi di una piccola valvola connessa ad un qualsiasi erogatore d’aria ,ad esempio, un compressore), l’ancora mobile assieme al disco di frizione entrano a contatto con la ventola bloccando così il movimento del motore. Il motore elettrico con freno pneumatico vanta una semplicità d’uso, un’affidabilità e longevità che anche i migliori freni elettrici solitamente non possono possedere. Al momento il freno penumatico è disponibile solo con applicazione nelle grandezze IEC100 ed IEC132.
Motori Asincroni Trifase AutofrenantiCon freno a corrente alternata (serie FC)
Con freno a corrente continua (tipo FK)
I motori trifase Fimec possono essere forniti con freno pesante (ovvero con alta capacità frenante) del tipo a corrente alternata (serie FC) oppure del tipo a corrente continua (serie FK). Sono motori chiusi, raffreddati con ventilazione superficiale esterna ed hanno il rotore a gabbia di alluminio o lega di alluminio pressofuso, classe di isolamento F, grado di protezione IP55, dimensioni e altezze d’asse unificate. Possono essere costruiti sia a singola polarità (2, 4, 6 o 8 poli) che a doppia polarità (4/2 poli, 8/4 poli, 4/6 poli, 6/8 poli, 8/2 poli ).

I motori della serie FC oppure FK sono indicati per utilizzo in tutti quei sistemi automatici in cui si richiedono numerosi interventi di frenata (macchine per imballaggio, macchine per sollevamento o trasporto, ecc.) e per tutte quelle applicazioni in cui si richiede una frenatura pressoché immediata del motore. I freni tipo FC ed FK hanno ingombri ridotti e sono molto silenziosi. Il freno tipo FC è fornito solitamente con voltaggio 230/400v. il freno tipo FK viene fornito solitamente a 400v. Entrambi i freni possono essere alimentati direttamente dalla scatola morsettiera del motore o da una linea di alimentazione separata. A richiesta è possibile fornire una leva di sblocco manuale del freno.
Motori Asincroni Trifase serie compattaSerie SE, SEF, SEPI motori compatti trifase della serie SE, SEF e SEP sono stati studiati per tutte quelle applicazioni che necessitano di ingombri radiali ridotti rispetto alla serie di motori con carcassa tonda. Non sono motori unificati pertanto ogni costruttore li ha progettati con propri dimensionamenti di albero,flangia e carcassa. Sono particolarmente adatti all’impiego in macchine da taglio, ad esempio seghe circolari, in quanto la loro forma abbassata permette di sfruttare al massimo l’altezza di taglio della lama. Vengono forniti , nella versione standard, con albero filettato destro o sinistro, dado di fissaggio e flange premilama. La scatola morsettiera è costruita in plastica o in alluminio ed è posizionata solitamente sul lato destro del motore vicino all’uscita dell’albero. A richiesta, però, può essere posizionata sul lato destro o sinistro vicino al copriventola, sul lato sinistro vicino all’uscita dell’albero oppure in alto.
I motori compatti trifase possono essere collegati ad inverter e funzionare fino a 100 Hz. Si sconsiglia l’utilizzo, invece, a basse velocità per non compromettere la corretta ventilazione del motore. I motori compatti disponibili rientrano nelle seguenti serie:
Serie SE:trifase standard (dalla grandezza H48 alla grandezza H100);
Serie SEF:trifase standard con freno a corrente continua a 230v oppure 400v (o altre tensioni a richiesta). Dalla grandezza H71 alla grandezza H100;
Serie SEP:trifase standard con freno pneumatico. Disponibile solo per la grandezza H80 e H100.
Motori Asincroni Monofase

I motori Fimec monofase sono suddivisi in diverse tipologie come riportato qui sotto. A richiesta possono essere disponibili anche a doppia polarità (2/4 poli), con doppio voltaggio (ad esempio 110/220v 60hz) e con alberi o altre esecuzioni speciali.
Serie M:motori monofase dotati di condensatore di marcia sempre inserito e collegato in serie all’avvolgimento sussidiario di avviamento. I motori monofase della serie M hanno il condensatore sempre inserito e collegato in serie all’avvolgimento sussidiario di avviamento. I motori monofase della serie M hanno il condensatore sempre inserito e sono perciò adatti per un utilizzo in macchine che vengono avviate senza carico. I motori monofase della serie M possono essere costruiti con tensioni speciali per utilizzo in qualsiasi paese estero e , a richiesta, possono anche essere avvolti per funzionamento a doppia tensione;
Serie ME:motori monofase dotati di alta coppia di spunto in quanto equipaggiati con un disgiuntore elettronico, ovvero con un dispositivo temporizzato che, al momento dell’alimentazione del motore, quando il condensatore di spunto è in parallelo a quello di marcia, fa partire un timer che, dopo un certo periodo di tempo, disconnette il condensatore di spunto stesso, ottenendo così l’alta coppia di spunto e consentendo cicli di start –stop ogni 3 secondi.
Serie MT: motori monofase equipaggiati con freno a corrente continua.
Serie MD:Nelle applicazioni dove è richiesta una coppia di spunto elevata, i motori monofase possono essere dotati ( a richiesta), oltre al condensatore di marcia sempre inserito, di un condensatore ausiliario inserito solo nel processo di avviamento, ottenendo così una coppia di spunto del 200% e permettendo l'avviamento del motore a carico totale o parziale. Il condensatore ausiliario di avviamento viene poi disinserito da un disgiuntore centrifugo di tipo meccanico. Il disgiuntore centrifugo è un dispositivo molto stabile in quanto rileva i giri al minuto del motore. E' composto da una parte rotante calettata sull'albero motore. Questo dispositivo ha un contatto normalmente chiuso tramite molla; quando il motore inizia a girare, la forza centrifuga, agendo su due masse rotanti sull'albero, esercita una forza che, raggiunto il numero di giri nominali, vince l'opposizione della molla aprendo il contatto e sconnettendo il condensatore di spunto utilizzato per ottenere l'alta coppia motrice di avviamento.
Elettromandrini per alte velocità(da 6000 giri a 24000 giri)Gli elettromandrini Fimec sono motori compatti per utilizzo ad alte velocità (da 6000 giri fino a 24000). Il loro funzionamento avviene tramite la connessione ad un inverter in quanto sono necessarie alte frequenze per ottenere elevati numeri di giri e sono progettati per fornire le migliori prestazioni (ovvero maggiore potenza) alle alte velocità. Solitamente i nostri elettromandrini vengono utilizzati su macchine utensili per legno, plastica, alluminio, marmo e vetro per lavori di foratura, incisione, sagomatura, pulitura ecc.

I cuscinetti sono prelubrificati e a tenuta stagna, non necessitano di manutenzione e sono protetti da labirinti esterni.

Gli elettromandrini sono disponibili con albero attacco pinza (serie P) o con albero attacco linguetta (serie L). I motori con albero attacco pinza sono disponibili sia con ventola calettata sull'albero sia con elettroventola alimentata separatamente dal motore. Per le tipologie che montano la ventola calettata sull’albero, si suggerisce di non utilizzare i motori a velocità inferiori a 6000/7000 giri in modo tale da assicurare una corretta e sufficiente ventilazione al motore. I motori con elettroventola, invece, garantiscono una maggiore silenziosità ad alte velocità (soprattutto a 24000 giri) e offrono la possibilità di poter utilizzare il motore anche a velocità più basse dello standard altrimenti consentito con la ventola calettata (7000 giri) perché il raffreddamento generale del motore non viene penalizzato.

I motori con albero attacco pinza tipo P sono costruiti in versione HM , risultano cioè idonei per lavorazioni pesanti come, ad esempio, quelle di foratura, incisione o pulitura dove viene richiesto un elevato carico assiale. I motori con albero attacco linguetta (serie L) vengono invece forniti nella sola versione HT per lavorazioni più leggere, con carico sull'albero prevalentemente radiale e con modesto carico assiale.